Benessere e gusto

Lo zafferano è considerato la spezia più costosa del mondo. In cucina si accompagna bene a molti piatti e gode di proprietà terapeutiche molto interessanti.

La spezia chiamata zafferano si ricava alla pianta del crocus sativus, una pianta erbacea appartenente alla famiglia delle iridacee. Originario dell’asia minore, cresce spontaneo nel bacino del mediterraneo e in Italia, dove viene coltivato soprattutto in Abruzzo.

La pianta di zafferano presenta un bulbo sferico, dal quale parte una guaina di foglie membranose, piccole e bianche, che ne contengono altre lineari verdi; i fiori sono violetti, presentano tre lunghi stimmi di colore rosso-arancio che, essiccati, vengono utilizzati come spezia in cucina. La lunga e difficile manodopera per produrlo fanno alzare molto il costo dello zafferano, tant’è che è considerata la spezia più costosa al mondo. Basti pensare che occorrono circa 200.000 fiori e più di 500 ore di manodopera per ottenere uno solo chilogrammo di spezia!

Proprietà dello Zafferano

Un recente studio condotto da una equipe di medici Iraniani ha dimostrato la proprietà dello zafferano di regolare il tono dell’umore, agendo sul sistema nervoso centrale, rendendo questa spezia un buon aiuto in caso di stati depressivi, ansia e stress. Lo studio ha confrontato il farmaco fluoxetina (meglio conosciuto come prozac) con lo zafferano e si è riscontrato che quest’ultimo produce sul cervello gli stessi effetti prodotti dal farmaco, nel trattamento della depressione.

Usare lo zafferano a scopo terapeutico Dolori mestruali

Per combattere il dolore mestruale preparare un decotto bollendo per 10 minuti 3 grammi di stimmi di zafferano in 1 litro di acqua, da bere a tazzine lontano dai pasti. Non superare le 4 tazzine al giorno.

Crampi allo stomaco, dispepsia

In caso di crampi allo stomaco o gonfiore preparare una tintura, da bere all’occorrenza, unendo 10 grammi di polvere di zafferano in 50 grammi di alcool a 70° per 2 giorni, mescolandola 1 o 2 volte al giorno. Successivamente filtrare e bere 30-40 gocce in poca acqua all’occorrenza.

Insonnia e antidepressivo

Come sedativo contro l’insonnia o la depressione preparare un infuso con 2 gr di stimmi di zafferano, 10 grammi di passiflora e 10 grammi di valeriana in 1 litro di acqua, da bere la sera prima di coricarsi.

Come usare lo zafferano in cucina

L’utilizzo dello zafferano in cucina risale ai tempi degli antichi egizi i quali lo utilizzavano per aromatizzare i i cibi e come colorante per tessuti. Oggi l’utilizzo di zafferano in cucina spazia dall’antipasto al dolce, anche se il suo forte sono risotti, piatti a base di pesce e carni bianche. Lo zafferano è indicato anche come condimento per verdure dal sapore lieve, come le zucchine. In medio oriente lo zafferano si utilizza abitualmente come condimento di torte e ciambelle.

Controindicazioni, effetti collaterali e interazioni dello zafferano

Lo zafferano, se assunto in grandi quantità, è tossico. Effetti collaterali sgradevoli possono comparire già dall’assunzione di 5 grammi di spezia e l’assunzione di 20 grammi risulta addirittura letale! Lo zafferano è considerato un rimedio naturale abortivo. Per questo è sconsigliato l’uso in gravidanza o allattamento. Si consiglia di non superare mai la dose di 1,5/2 grammi al giorno.

Contattaci

  1. Cognome Nome*
    Invalid Input
  2. Telefono*
    Invalid Input
  3. Email*
    Invalid Input
  4. Richiesta*
    Invalid Input